Vai ai contenuti

la politica per passione

questo è il blog che da spazio e voce alle attività del Presidente del Consiglio Provinciale di Napoli, Luigi Rispoli.

Archivio

Archivio per Maggio 2011

(ANSA) – NAPOLI, 31 MAG – “Voglio fare gli auguri, anche a nome di tutto il rispoli38consiglio provinciale che presiedo, al nuovo sindaco di Napoli che certamente sa di avere davanti a se un compito non facile: quello di risolvere i problemi di una città da troppo tempo martoriata e offesa”. E’ quanto si legge in una nota del Presidente del Consiglio provinciale di Napoli, Luigi Rispoli.

 ”Noi ritenevamo che la città dovesse avere un altro Sindaco ma questo non può compromettere i rapporti istituzionali, che, nell’interesse della città- aggiunge – devono essere sempre improntati alla collaborazione e alla comune battaglia per risollevare il nostro territorio dai drammatici problemi da cui é afflitto”.

“Mi auguro di avere – conclude Rispoli – per conto dell’istituzione che rappresento, col nuovo sindaco e col nuovo presidente del consiglio comunale rapporti cordiali e improntati al comune senso delle istituzioni. Insieme, a mio avviso, dovremo lavorare per la costruzione del “Città Metropolitana” che resta un obbiettivo decisivo per il futuro della nostra provincia”.

Già nel lontano 1980 sognammo con Giorgio Almirante di poter liberare la nostra città dal governo della Sinistra. Fu un plebiscito, ma la legge elettorale delle coalizioni premiò i comunisti. Fu la stagione più felice della Destra napoletana che, rappresentata in Consiglio comunale dalla migliore classe dirigente del tempo guidata da un valoroso Antonio Parlato, seppe conquistare il rispetto e l’attenzione di tutti con il progetto di Napoli Capitale.

Nel 1993, con la candidatura della Mussolini, la Destra, da sola, riuscì a sfiorare la vittoria, ma gli interessi affaristici, già in piena sintonia con Bassolino, prevalsero ancora sulla volontà di un popolo napoletano che voleva cambiare.

Da allora la città, oppressa in una morsa di clientelismo e di rassegnazione, ha conosciuto i momenti più bui, sino alle disastrose gestioni della Jervolino.

Dopo 30 anni di dignitosa e disinteressata opposizione, la Destra ha oggi finalmente l’occasione di veder realizzato il sogno di Giorgio Almirante e di centinaia di migliaia di napoletani: governare la cosa pubblica in spirito di servizio e di amore per il popolo.

Finalmente possiamo sconfiggere l’incapace ed arrogante strapotere di una Sinistra ormai lacera che ha mortificato nel mondo l’immagine della nostra città. Finalmente, possiamo svelare l’ennesimo inganno di chi, con il volto di un demagogo senza competenze, vorrebbe affermare una presunta novità solo per garantire alla Sinistra più oltranzista la conservazione del potere.

L’ora della Destra è giunta. L’elezione di Gianni Lettieri offrirà la possibilità di realizzare la città a misura d’uomo, Capitale del Mezzogiorno e del Mediterraneo, che abbiamo sognato da sempre.

Le nostre idee, “fiorendo ancora sulle labbra altrui”, oggi si realizzano.

 Assunta Almirante, Antonio Rastrelli, Alessandra Mussolini; Massimo Abbatangelo, Vittorio Acquaviva, Lidio Aramu, Luigi Bobbio, Maurizio Bruno, Raffaele Bruno,Raffaele Candido, Umberto Caserta, Antonio Cantalamessa, Antonio Chiantera, Sergio Cola, Rosario Concordia, Enzo Cupido, Vincenzo De Caprio, Ettore d’Elia, Maurizio De Luca, Antonio de Magistris, Giuseppe de Magistris, Valerio De Martino, Michele di Iorio, Bruno Esposito, Maurizio Esposito, Ruggiero Ferrara, Luca Ferrari, Benito Finazzer, Giuseppe Fonisto, Franco Fronzoni, Marilù Galdieri, Gennaro Galdo, Claudio Gaudino, Ezio Ghidini, Nicola Golia, Alfredo Imperatore, Luigi Maria Imperatore, Amedeo Laboccetta, Vittorio Lagani,Vittorio Larocca, Claudio Lamberti Vittorio Lamberti, Carlo Lamura, Mario Landolfi, Giancarlo Lanna, Marina Lanna, Pietro Lignola, Stefano Loparco, Giancarlo Lubrano, Andrea Manzi, Peppe Marotta, Aristide Matera, Luigi Mauro, Maria Ludovica Mascerelli, Lucio Materazzo, Antonio Mazzone, Zaccaria Miele, Enzo Moretto, Giorgio Mottola, Oscar Murolo Landi, Enzo Nespoli, Domenico Orlacchio, Ettore Pagliari, Maria Pia Petrosino de Magistris, Giovanni Procida, Franco Pontone, Anna Pulcini, Claudio Renzullo, Luigi Rispoli, Enzo Rivellini, Teresa Rossi, Angelo Ruggiero, Salvatore Maria Sergio, Raffaele Scorziello, Luciano Schifone, Marcello Taglialatela, Nicola Zanfagna.

Immagine(ANSA) – NAPOLI, 25 MAG – Il presidente del Consiglio provinciale di Napoli Luigi Rispoli denuncia una nuova aggressione ai danni di alcune ragazze che distribuivano materiale elettorale pro Lettieri in piazza Dante. “Sull’episodio – annuncia Rispoli – verrà sporta denuncia contro ignoti dalle ragazze che, dopo essere state malmenate, si sono viste distruggere il gazebo utilizzato per distribuire materiale elettorale”. “Ancora una volta un episodio frutto del clima di odio che sta caratterizzando la campagna elettorale dell’ex magistrato – prosegue Rispoli – un’ aggressione che non può non far parteßdi una vera strategia, messa in campo per consentire allo stesso di eludere tutti i temi che interessano alla città”. “Ci aspettiamo le scuse di de Magistris – osserva Rispoli – convinti sempre di più che una eventuale vittoria dell’ex pm significherebbe lasciare la città nelle mani di gente violenta ed incapace di governare Napoli”. “La mia solidarietà personale alle ragazze aggredite – conclude Rispoli – per l’episodio di questa mattina colpevoli solo di credere ancora nella battaglia politica per la difesa della città”

38091_1427828229172_1636804427_991915_4988200_n(ANSA) – NAPOLI, 24 MAG – “Gli amici, quelli in buona fede, che hanno creduto nel progetto politico di Futuro e Libertà non possono continuare a seguire Fini e Bocchino in questa deriva con l’idea di lasciare ancora la città alla sinistra ed al suo candidato Luigi De Magistris”. E’ quanto ha dichiarato Luigi Rispoli, presidente del Consiglio provinciale di Napoli commentando la decisione del terzo polo di non appoggiare alcun candidato al ballottaggio. “Non è con l’odio contro Berlusconi che si fa vincere Napoli – ha aggiunto Rispoli- ma scegliendo chi, tra i due contendenti, meglio ha saputo indicare agli elettori soluzioni concrete ai problemi della città e non vi è dubbio alcuno, come hanno finora dimostrato i faccia a faccia, che Lettieri ha un preciso progetto politico per garantire una prospettiva di sviluppo alla città mentre De Magistris dietro le offese e le ingiurie, rappresenta il nulla”. “L’appello – ha concluso l’esponente del pdl – è agli elettori del FLI che come noi vogliono evitare che la sinistra, dopo i disastri che ha combinato a Napoli in questi anni, continui a governare attraverso l’ex PM. Per il bene di Napoli non servono “giudizi” ma occorre governare con “giudizio” e Gianni Lettieri ha dimostrato di averlo”.

fincantieri[11]_Public_Notizie_270_500_3(ANSA) – NAPOLI, 23 MAG – “Faccio appello al Ministro Sacconi affinché ci sia un intervento deciso del governo che eviti la chiusura per lo stabilimento di Castellammare. La provincia di Napoli non può permettersi di perdere questo insediamento industriale”. E’ quanto ha dichiarato Luigi Rispoli, presidente del consiglio provinciale di Napoli, commentando il piano industriale predisposto dal gruppo e che secondo le indiscrezioni prevede un deciso ridimensionamento anche del cantiere campano. “Invito inoltre il governo e il Ministro a porre maggior attenzione alla situazione napoletana e alla gravità occupazionale che investe il nostro territorio -ha aggiunto Rispoli – pur riconoscendo la lunga crisi della cantieristica mondiale e in particolare europea, crisi che si ripercuote in modo rilevante sulle navi da crociera che sono il core business del gruppo Fincantieri non possiamo dimenticare che se non si interviene con un vero piano industriale per il rilancio dei cantieri Napoletani le conseguenze saranno drammatiche per tutta la nostra regione”, conclude Rispoli.

Il Presidente del Consiglio Provinciale di Napoli, Luigi RISPOLI

Il Presidente del Consiglio Provinciale di Napoli, Luigi RISPOLI

(ANSA) – NAPOLI, 21 MAG – “L’aggressione di cui stata vittima a Pianura questa mattina Marco Nonno, nonostante fosse in compagnia del suo figlioletto, ad opera di alcuni comunisti esagitati al seguito del candidato De Magistris il frutto del clima di odio che sta caratterizzando la campagna elettorale dell’ex magistrato”. E’ quanto si legge in una nota di Luigi Rispoli, presidente del consiglio provinciale di Napoli che da notizia di “una vera e propria aggressione verbale al limite della violenza” che avrebbe subito il candidato più votato a Napoli, ad opera di supporter del candidato De Magistris impegnato a pianura per un giro elettorale. “So che Nonno ha sporto denuncia contro questa gravissima intimidazione che anche il frutto – ha aggiunto Rispoli - di una vera strategia, quella della demonizzazione dell’avversario, che l’entourage di De Magistris ha messo in campo per consentire allo stesso di eludere tutti i temi che, invece, interessano alla città”. Per Rispoli De Magistris “dovrebbe chiedere scusa a Marco Nonno”. Infine, Rispoli, ha espresso solidarietà sia “per l’episodio di questa mattina” ma anche per il fango “che certa stampa ha cercato di buttargli addosso in questi giorni di campagna elettorale paragonando lui, che deve rispondere alla giustizio solo per essere stato protagonista di una battaglia politica per la difesa del suo territorio, a gente colpevole di reati di criminalità comune”.

LETTIERI(ANSA) – NAPOLI, 17 MAG – “L’impegno di tutti per garantire a Napoli un sindaco credibile e con un vero programma”. E’ quanto ha annunciato il presidente del Consiglio provinciale di Napoli Luigi Rispoli, in merito alla costituzione del primo comitato elettorale ‘Per Lettieri Tutti in Campo’. “Non possiamo consentire – ha continuato Rispoli – che la città sia governata da chi grazie al voto di una borghesia radical chic che prima si alimentava ala corte di Bassolino ed oggi scegle il radicalismo di De Magistris pretende di governare sanza alcun progetto credibile la nostra città. Napoli ha bisogno di idee, di progetti e di proposte concrete, non di giacobinismo senza prospettive”.

marco-nonnoUltime ore di campagna elettorale, ultime ore di manifestazioni e di incontri con gli elettori. Il grande sforzo profuso in questo estenuante periodo spero possa corrispondere ad una netta affermazione di Gianni Lettieri che, nel novero dei candidati al Comune di Napoli, è stato certamente quello che più di ogni altro si è sforzato di parlare alla gente di come intende risolvere i problemi atavici della nostra amata città.

Con i suoi 72 punti programmatici ha disegnato una azione di governo che potrà incidere in maniera decisiva sulle sorti future di Napoli, poiché non sfugge a nessuno che il destino della città dipenderà molto dalle scelte che il nuovo Sindaco e la nuova amministrazione di Palazzo San Giacomo prenderanno.

In queste ore, complice anche quella vergogna dei rifiuti che ancora una volta ferisce gravemente la dignità di ogni napoletano, il sentimento che maggiormente prevale tra gli elettori è quello di disertare le urne.

Bisogna convincersi e convincere che proprio questo atteggiamento potrebbe compromettere il futuro di Napoli specie se grazie a questo atto, sia pure comprensibile, il centrosinistra che ha malgovernato questa città da più di un ventennio, dovesse tornare a vincere le elezioni.

La sfida che attende la nuova amministrazione, e Lettieri questo lo sa, parte proprio dai rifiuti perché il Comune dovrà in tempi brevissimi organizzare una raccolta differenziata vera con il sistema porta a porta e con il coinvolgimento di tutti i cittadini che non aspettano altro, per diminuire a monte ed in maniera considerevole i rifiuti da conferire in discarica.

Non perdiamo la speranza, quindi, di poter cambiare il destino di questa città che merita certamente le prime pagine dei giornali di tutto il mondo ma solo per raccontare una realtà fatta di un popolo che si vuole riscattare e che per questo stringe un patto tra galantuomini con il prossimo Sindaco, Gianni Lettieri.

Domenica e lunedi, rechiamoci alle urne e invitiamo a farlo anche a chi oggi non vorrebbe. Votiamo per Gianni Lettieri Sindaco, ed esprimiamo, per il Consiglio Comunale, la nostra preferenza per il candidato del Popolo della Libertà, Marco Nonno (scheda azzurra). Anche alle Municipalità (scheda arancione) votate per il PdL.

Vostro

Luigi Rispoli

(ANSA) – NAPOLI, 7 MAG – “Domani festa della mamma, insieme ad alcuni candidati regaleremo rose alle signore napoletane”. Ad annunciarlo Luigi Rispoli, presidente del consiglio provinciale che ha organizzato quattro punti di distribuzione delle rose in varie zone della città:ßpiazza Nolana, piazza del Carmine,ßRione Vespucci piazza Canneto. “Un modo simpatico – ha aggiunto Rispoli -per ricordare il magnifico ruolo che svolgono le donne mamma nella Giornata della loro festa”.

rispoli.53NAPOLI- “Abbiamo scritto oggi una bella pagina di politica scolastica, é stato fatto davvero buon lavoro, realizzato in collaborazione e sinergia e che ci ha consentito, nei tempi previsti, di inaugurare in brevissimo tempo la cittadella scolastica che ospita il polo Fermi – Gadda”. E’ quanto ha dichiarato il Presidente del consiglio Provinciale di Napoli, Luigi Rispoli partecipando all’inaugurazione della nuova sede insieme agli assessori all’edilizia scolastica e alle politiche scolastiche della Provincia di Napoli, del Dirigente Scolastico Regionale, Diego Bouché, del dirigente scolastico del Polo Fermi -Gadda, Gennaro Mirabelli, e del Dirigente scolastico del IV IPSAR, Rita Pagano. “Dal prossimo anno scolastico, il IV IPSAR di Via Gorizia – ha aggiunto Rispoli- potrà usufruire di una nuova succursale ospitata inuna struttura su tre piani, con accessi indipendenti, dotata diauditorium e palestra scoperta”.”E’ molto importante anche la decisione – ha proseguito Rispoli – di dedicare ad Antonio Esposito Ferraioli, il sindacalista che il 30 agosto del 1978 venne ucciso dalla camorra, la nuova struttura. Una buona occasione per ricordare a tutti una vittima simbolo della criminalità organizzata”.