s. eligio(ANSA) – NAPOLI, 23 OTT – “Non sono bastati cinque mesi al Comune di Napoli per verificare se la Scuola Elementare S. Eligio sia agibile, inagibile del tutto o in parte. Una scuola storica di Piazza Mercato è stata completamente cancellata per l’incapacità della amministrazione comunale che ha costretto molti genitori a chiedere il nulla osta per trasferire i propri figli in altre scuole”. E’ quanto ha dichiarato Luigi Rispoli presidente del Consiglio provinciale di Napoli in merito alla chiusura dell’istituto scolastico del centro storico. “A nulla sono valsi, sinora, gli appelli, le offerte di collaborazione e le proteste – ha aggiunto Palazzo S. Giacomo ha proseguito per la sua strada annunciando a più riprese l’imminente avvio di una serie di saggi che dovevano avvenire attraverso le prove di carico ma che ad oggi non sono ancora iniziati. Grandi disagi per quella sessantina di alunni che hanno trovato una precaria allocazione in alcuni angusti locali della Scuola Elementare Umberto I° di Piazza Guglielmo Pepe, ma é evidente che la soluzione dovrebbe essere considerata assolutamente temporanea e di breve periodo”. ‘ ‘Dallo scorso mese di Giugno – ha concluso il presidente del consiglio provinciale- abbiamo più volte incalzato l’amministrazione comunale su questo tema ma dall’assessorato competente non è pervenuta alcuna indicazione. Ora i bambini rivogliono la loro scuola e vogliono seguire le lezioni in ambienti adatti alle loro esigenze e questa situazione richiede un atteggiamento di responsabilità e di chiarezza da parte della amministrazione cittadina. Domani i Consiglieri della 2^ Municiaplità, Luigi Pascarella e Maurizio Fusco, chiederanno di convocare un consiglio sull’argomento con la presenza dell’assessore competente”.