(ANSA) – NAPOLI, 3 MAR – “Quanto accaduto ieri in Via Amerigo Vespucci, nel campo rom del previsto Parco della Marinella, dimostra, se mai ce ne fosse stato bisogno, che le nostre preoccupazioni erano fondate e che soprattutto occorre immediatamente intervenire come del resto confermato dallo stesso vice sindaco Tommaso Sodano”. E’ quanto ha sottolineato, in una nota, oggi il presidente del consiglio provinciale di Napoli Luigi Rispoli, commentando l’incendio che si è sviluppato, ieri sera, nel campo rom del Parco della Marinella. “L’incendio – ha proseguito Rispoli – avrebbe potuto provocare conseguenze ancora più drammatiche visto che sul posto sono state rinvenute anche alcune bombole di gas. Bene ha fatto quindi il prefetto di Napoli, Andrea De Martino, a convocare una riunione per mercoledì 7 marzo in cui insieme a Comune, Regione e Provincia dovranno essere presi provvedimenti per migliorare le condizioni di vivibilità sia dei rom che dei cittadini del quartiere, prevedendo innanzitutto lo spostamento del campo in altra e più idonea zona”. “L’unico rammarico ci viene dalle dichiarazioni rilasciate dall’assessore alle Cooperative sociali del Comune – conclude Rispoli – che di fronte alla sua totale inerzia ipotizza chissà quali responsabilità invece di adoperarsi come avrebbe già dovuto fare da mesi per eliminare questo scempio”.