Alla follia di #DeMagistris non c’è limite. Ora dichiara: “In questi giorni hanno messo in campo insidiose, subdole, cattive e anche violente azioni per metterci seriamente in difficoltà e provando a impedirci di approvare il bilancio in Giunta. Non ci sono riusciti e non riusciranno ad arrestare la rivoluzione”.
Ma di quale rivoluzione parla questo signore. Quella che impedisce il trasporto scolastico agli alunni disabili? O si riferisce al fatto che tanti alunni disabili non possono fare pipì a scuola perché non c’è nessuno che li accompagna in bagno? Quella che determina l’aumento del trasporto pubblico? Forse si riferisce a quella che ha colpito le fasce più deboli dei napoletani che non godranno più dell’esenzione sull’addizionale Irpef? Pensa che sia rivoluzionario tagliare di 130mln di €uro la spesa sociale del Comune? O forse concedere gratis immobili comunali ai suoi amici dei Centri Sociali lo considera un atto rivoluzionario?
#Napoli merita rispetto ed un Sindaco che invece di giocare a fare il Che Guevara a pane ‘e puparuole governi e governi seriamente con soluzioni reali senza dover ogni volta essere costretta ad ascoltare il mantra dei poteri forti che gli impedirebbero di fare le cose.
La logica che è sempre colpa di qualcun altro non va più bene. La città è in uno stato di completo abbandono e cercare di distogliere l’attenzione con i suoi proclami non funziona più.
#Napoli merita di più.