Vai ai contenuti

la politica per passione

Non smetterò mai di sognare un mondo migliore. Luigi Rispoli

Archivio

Categoria: Sport

(ANSA) – NAPOLI, 5 MAR – “Per troppo tempo i grandi eventi sono stati annunciati come un toccasana, ma non vorremmo che si determinassero le condizioni per cui queste diventino occasioni per pochi”. Il presidente del Consiglio provinciale di Napoli, Luigi Rispoli, invita a coinvolgere “tutta la città, ogni sua componente” nell’organizzazione della Coppa America e degli altri evento che la città ospiterà. “A differenza di altri, qui stiamo operando con risorse ordinarie – ha affermato nel corso di un convegno svoltosi nella sede della Camera di Commercio per iniziativa dell’Associazione informazione giovani Europa e dell’Associazione Napoli – Sarebbe bene che, cosi come è stato fatto per ottenere l’assegnazione delle tappe, tutte le istituzioni facessero fronte comune per chiedere al Governo il riconoscimento dello status di grande evento cosi da ottenere risorse aggiuntive, come è successo per la città di Trapani”. Altro appuntamento importante è, ha ricordato, il Forum delle Culture, dalla cui organizzazione la Provincia di Napoli è, però, uscita, Rispoli ha sottolineato che “gli avvicendamenti continui che si sono verificati non hanno fatto bene a nessuno. Questo è il momento di rimboccarsi le maniche”. E lancia la proposta che Napoli si candidi a diventare ‘Capitale della Cultura per il 2019. “Entro il 2013 devono essere avanzate le candidature al Governo – ha concluso – Credo che Napoli abbia le carte in regola per poterlo fare”.

(ANSA) – NAPOLI, 6 FEB – “L’opportunità data dallo svolgimento a Napoli delle regate dell’Americàs Cup World Series 2012, impone a tutti il dovere di garantire il massimo ritorno sul territorio, soprattutto, in termini di risposte occupazionali”. E’ quanto si legge in una lettera inviata oggi dal presidente del consiglio provinciale di Napoli, Luigi rispoli, al presidente della Regione Campania Stefano Caldoro, al Presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro, al Sindaco di Napoli,Luigi De Magistris, al Presidente dell’Unione Industriali Paolo Graziano, ed ai componenti della Cabina di Regia Danilo Del Gaizo, Domenico Maresca, Attilio Auricchio. “E’ assolutamente necessario – prosegue la lettera di Rispoli – che si definisca un Piano per il Lavoro legato all’evento fatto soprattutto di regole per tutte le aziende che, a vario titolo, si aggiudicheranno lavori per opere e servizi”. “Se per anni abbiamo sostenuto in tutte le sedi – prosegue ancora la nota del presidente dell’assemblea di Santa Maria la Nova – che eventi di questo tipo sono utili anche per creare occupazione non possiamo pretendere che ciò si determini in maniera del tutto fortuita”. “E’ necessario che le istituzioni che partecipano a questa impresa dettino la loro linea politica, per questo motivo – conclude Rispoli – credo sia quanto mai opportuno che, in sede di cabina di regia o in altra sede istituzionale, siano verificate tutte le possibili soluzioni per giungere al risultato di massimizzare il risultato dell’evento”.

(ANSA) – NAPOLI, 5 FEB – “Si privilegino le aziende che utilizzano manodopera napoletana”. E’ questo il commento del presidente del Consiglio Provinciale, Luigi Rispoli, alla notizia che la “conclusione presso il Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche Campania e Molise, della gara d’appalto per la realizzazione del prolungamento della scogliera foranea alla rotonda A. Diaz necessaria per lo svolgimento della Americàs Cup World Series 2012, ha visto una ditta calabrese aggiudicarsi i lavori”. “Per anni – ha continuato Rispoli – abbiamo sostenuto che eventi come questo porteranno lavoro per i nostri disoccupati ed, invece, così corriamo il rischio che ci siano altri senza lavoro, da altre parti, che vengono a lavorare qui”. “A mio avviso i bandi di gara per le opere ed i servizi della Coppa America – ha sottolineato – ma anche per il Forum e tutti gli altri grandi eventi che sono previsti a Napoli, devono prevedere che ci sia un meccanismo di punteggio aggiuntivo per coloro i quali presentano offerte in cui vi sia un impegno ad assumere senza lavoro in carico all’Arlas, ai Centri per l’Impiego della Campania o facenti parte del bacino degli Lsu”. “Bisogna tenere conto che la natura dei finanziamenti, che sono fondi europei per lo sviluppo, impone che il loro utilizzo sia direttamente correlato alla massima ricaduta possibile sul nostro territorio in termini di sviluppo. Il disagio sociale è tale – ha concluso Luigi Rispoli – che non si può perdere nessuna occasione per dare risposta a chi in questa regione è in cerca di occupazione e se questi grandi eventi devono servire a qualcosa, la priorità è certamente quella di creare lavoro per i nostri disoccupati”.

(ANSA) – NAPOLI, 4 FEB – “Convocare in  Provincia di Napoli, un tavolo di crisi che coinvolga, oltre che le parti sociali, anche la Regione Campania ed il Comune di Napoli per affrontare insieme alla proprietà eventuali iniziative da assumere per rilanciare lo storico impianto di Agnano nell’esclusivo interesse dei 78 lavoratori coinvolti e della città”.

168743_1663860289826_1636804427_1488136_3085636_aE’ quanto ha chiesto Luigi Rispoli, Presidente del Consiglio Provinciale di Napoli, in una lettera inviata all’Assessore Maria Lucia Galdieri, assessore al Lavoro della Provincia di Napoli, in merito al rischio di licenziamenti per i dipendenti dell’ippodromo di Agnano.

“Come Lei certamente saprà – prosegue la lettera di Rispoli- i lavoratori della Spa Ippodromi di Agnano, ente gestore dell’omonimo ippodromo, sono in lotta per la difesa dei livelli occupazionali. La protesta ha raggiunto altissimi livelli di tensione sociale dopo l’apertura delle procedure per la messa in mobilità di 27 dipendenti a causa della crisi che sta colpendo l’ippica in Italia. I sindacati dei lavoratori accusano l’azienda di voler scaricare sulle spalle dei lavoratori e delle loro famiglie le negligenze di una gestione che non è riuscita a guardare avanti e che si è adagiata soltanto sugli stanziamenti dell’Unire che oggi sono, però, in forte calo”.

“La preoccupazione ulteriore che mi è stata rappresentata da alcuni lavoratori – conclude la lettera del presidente del consiglio provinciale – riguarda l’assenza totale, da parte dell’attuale management della società, di volersi impegnare in una rimodulazione del piano industriale che guardi anche alla prospettiva futura che la struttura di Agnano deve avere”.

13(ANSA) – CATANIA, 14 OTT – “Siamo sicuri che la partita di calcio tra Catania e Napoli di domenica prossima al Massimino sarà un’ occasione di grande spettacolo sportivo ma anche incontro tra le due tifoserie all’insegna della reciproca amicizia e passione per lo sport”. Lo affermano, in una nota congiunta, i presidenti dei consigli provinciali di Napoli, Luigi Rispoli, e di Catania, Giovanni Leonardi, che si incontreranno nel capoluogo etneo lunedì per partecipare all’assemblea nazionale dell’Upi. “Abbiamo deciso di lanciare un appello – si legge nel documento – perché crediamo nei valori dello sport come occasione per far conoscere e unire le persone e per fare leva sui comuni sentimenti che da anni accomunano i cittadini di Napoli e Catania affinché domenica vinca prima di tutto lo sport”. “Anche alla luce dei gravi fatti verificatisi nel corso del recente incontro di calcio tra le nazionali italiana e serba – conclude il documento – che non si è potuto disputare a causa dei gravi incidenti provocati da teppisti al seguito della nazionale serba, riteniamo che tutte le istituzioni debbano con correttezza, senso di responsabilità e rispetto per i valori nazionali e reciproca solidarietà favorire l’amicizia tra gli sportivi di tutte le formazioni”

"Magia ed emozioni" in piazza del Carmine dove, ieri, i bambini si sono ritrovati per esprimere la loro immensa gioia di vivere anche attraverso i travestimenti del Carnevale. L’evento, patrocinato dalla Provincia di Napoli, è stato organizzato in collaborazione con l’Aige (Associazione Informazione Giovani Europa), i quali si sono occupati anche dell’animazione, coinvolgendo direttamente le centinaia di bambini che, accompagnati dai genitori, sono accorsi per partecipare. Piazza del Carmine (nella foto), allestita appositamente per la festa, è stata transennata ed arricchita da scivoli gonfiabili, bancarelle e piccoli chioschi per la vendita di caramelle e dolci, con somma delizia dei piccoli. Ad impreziosire lo scenario, le coloratissime scenografie preparate per l’occasione dal maestro Gianni Ugliano. «La manifestazione, quest’anno, ha rischiato di saltare -confessa amareggiato Luigi Rispoli, capogruppo provinciale di An, uno dei principali patrocinatori dell’evento – L’emergenza rifiuti ha complicato la situazione, spingendoci a valutare molto seriamente la possibilità di annullare l’evento. Ma poi – sorride soddisfatto – ha prevalso la voglia di ridare un sorriso ai bambini. È importante per loro tornare in strada a ridere e festeggiare». Singolare la scelta di piazza del Carmine come luogo deputato ad ospitare l’evento. Nel corso della passata edizione – come per altre, analoghe, iniziative – si erano preferite zone meno "problematiche", come piazza del Plebiscito o il Vomero, aree cittadine lontane dal degrado ed i problemi dell’area portuale. «La scelta di piazza del Carmine non è casuale. Implica un chiaro risvolto politico. Si tratta di una decisione presa con l’intento di dimostrare che, anche in zone così disagiate, bisogna avere l’intraprendenza e l’intelligenza di organizzare eventi in grado di lenire le tensioni sociali e l’aria di abbandono che qui si respirano. Continuare a festeggiare nelle zone più borghesi della città avrebbe significato continuare ad ignorare ed emarginare questa realtà, questa gente» conclude Rispoli, evidentemente soddisfatto. Tra le sorprese riservate ai piccoli partecipanti, i volontari dell’Aige hanno offerto la possibilità ai bambini di farsi fotografare e ricevere gratuitamente lo scatto, da conservare in ricordo della simpatica iniziativa. Altre personalità politiche sono infine intervenute alla manifestazione: Maurizio Fusco e Luigi Pascarella, entrambi consiglieri della II Municipalità, ed il senatore Franco Pontone. Ciascuno di loro ci ha tenuto a non far mancare il proprio appoggio ad un evento che – almeno per un giorno – è riuscito a restituire il sorriso ad una piccola, ma significativa, parte di Napoli.

continua…


Il successo della nazionale azzurra di calcio, aldilà anche del valore sportivo dell’impresa, ha avuto il merito di farci rivivere emozioni che avevamo completamente dimenticato.
L’impresa dei nostri calciatori non ha il volto dei protagonisti più attesi, Totti o Del Piero, ma quello di calciatori come Cannavaro e Gattuso che fanno dell’agonismo la loro arma distintiva.
Una classe operaia che ben interpreta il desiderio di riscatto di quegli italiani che sono tenuti ai margini dei processi economici nonostante siano quelli che danno con il loro lavoro quotidiano il maggior apporto.
Mi piace ricordare che questa avventura ha avuto il suo felice epilogo nel momento in cui il calcio cerca di ritrovare un pò di credibilità. Da napoletano e tifoso del Napoli non posso evidenziare che quel sistema che oggi è sotto processo è lo stesso che ha determinato il fallimento del Napoli e la retrocessione in serie C.
E’ opportuno metterlo bene in evidenza perchè la sotituzione nel torneo di serie A di quelle squadre che dovessero essere giudicate colpevoli e retrocesse non può non tenere conto di quelle squadre come il Napoli che da quel malcostume sono state danneggiate in maniera evidente.
Luigi Rispoli


Nello scemario istituzionale della Campania vota chi, pur di avere un pochino di visibilità, la spara più grossa.

ITALIA CAMPIONE:ASSESSORE,CHIAVI CITTA’A CANNAVARO E FERRARA
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 9 lug – “Chiederò al sindaco Rosa Jervolino di consegnare a Fabi Cannavaro e a Ciro Ferrara le chiavi della città”. Così l’ assessore allo Sport al Comune di Napoli, Alfredo Ponticelli. “Ringrazio gli azzurri per quello che ci hanno fatto sognare e concretizzare, ritengo che consegnare le chiavi della città ai due atleti napoletani sia un forte segnale, perché questa squadra è un simbolo dei valori dello sport: amicizia, voglia di vincere e gruppo, con un forte attaccamento alla nostra bandiera”, ha aggiunto Ponticelli. “Ancora una volta due napoletani sono al vertice anche nello sport, un simbolo che dimostra quanto la nostra città sia un riferimento in tutte le discipline”. Ponticelli aggiunge di voler nominare Cannavaro e Ferrara ambasciatori dello sport napoletano nel mondo, “con la loro associazione hanno già fatto molto per i bambini, è doveroso chiedergli di rappresentare la nostra città e i nostri valori sportivi. Napoli li attende per una grande festa”. (ANSA).

ITALIA CAMPIONE: IERVOLINO, ORGOGLIOSI DELLA NOSTRA STELLA
INVITO A NAPOLI CANNAVARO PERCHE’ CITTA’ GLI ESPRIMA ENTUSIASMO
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 10 LUG – Un motivo di orgoglio in più per il sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino, fiera perché la ‘stella’ dei mondiali del 2006 è il napoletano Fabio Cannavaro. “Come sindaco di Napoli c’é un motivo di orgoglio in più – dice il sindaco commentando la vittoria – perché la ‘stella’ del Campionato è stato il nostro concittadino Fabio Cannavaro. Lo invito a Napoli perché la città possa esprimergli tutto il suo entusiasmo e la sua ammirazione”. “La gioia di essere campioni del mondo è davvero enorme – conclude il sindaco – Come italiana sono fiera e penso a quanto sono felici i nostri emigrati all’estero, specialmente in Germania e in Francia”.(ANSA).

ITALIA CAMPIONE: BASSOLINO TELEFONA A CANNAVARO E FERRARA
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 10 LUG – “Auguri vivissimi e complimenti affettuosi”: così il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, si è rivolto a Fabio Cannavaro e Ciro Ferrara durante una telefonata per complimentarsi della vittoria ai Mondiali. Rivolto a Cannavaro, Bassolino ha detto: “Sei stato un vero e proprio gladiatore, l’anima della squadra”. E, riferendosi ad entrambi, ha concluso: “Ci vediamo a Napoli per festeggiare insieme”. (ANSA).

ITALIA CAMPIONE: NAPOLI; BORRELLI,TROPPI DANNI PER FESTA
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 10 LUG – ‘Ancora una volta si e’ persa la possibilità di far festa senza creare danni inutili”. Lo ha detto l’assessore alla protezione civile della Provincia di Napoli, Francesco Emilio Borrelli, per il quale “le automobili date alle fiamme, le vetrine dei negozi rotte, i furti e i tanti atti di vandalismo non contribuiscono alla festa ma solo ad aumentare il conto della spesa necessaria per riparare tutto”. “Nonostante gli inviti alla moderazione, in molti a Napoli e provincia hanno superato ogni limite”, ha aggiunto Borrelli sottolineando che “sono stati sparati fuochi d’artificio così pericolosi e potenti da rovinare il manto stradale e sollevare i sampietrini dalle strade”. (ANSA).

ITALIA CAMPIONE:PROPOSTA VERDI,CANNAVARO AMBASCIATORE NAPOLI
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 10 LUG – “Fabio Cannavaro diventi uno degli ambasciatori di Napoli nel mondo”. Questa la proposta del deputato e presidente regionale dei Verdi Tommaso Pellegrino, che intende premiare il capitano della Nazionale per il bel Mondiale disputato e per aver portato il nome di Napoli nel mondo. “Cannavaro merita un riconoscimento sia per la sua splendida prestazione sia per la sua condotta in campo. Ha rappresentato un modello per tutti ed ha onorato la sua città d’origine. Se un pezzo di Napoli sta sul tetto del mondo del calcio il merito é tutto suo”, dice Pellegrino. “Proporrò al consiglio comunale di dare al nostro Fabio il titolo di ambasciatore di Napoli nel mondo dello sport – ha aggiunto Ciro Borriello, capogruppo dei Verdi in consiglio comunale – Ormai per la nostra città è già un simbolo, mi sembra giusto che tale carica gli venga ufficialmente riconosciuta”. (ANSA).

ITALIA CAMPIONE: BASSOLINO SU BLOG, UNA GIOIA GRANDE
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 10 LUG – “Guagliune, c’avite fatt suffrì. Ma ròppo c’avite dato ‘na gioia granne granne granne!”: così, ricorrendo al dialetto napoletano, il governatore della Campania, Antonio Bassolino, commenta sul blog del suo sito la vittoria dell’Italia ai Mondiali di calcio. “Che bella Napoli c’é in questa stupenda vittoria – scrive – Una Napoli che sta nel cuore dell’Italia e del mondo. Ci sono Fabio e Ciro. Due campioni: l’uno in campo, l’altro in panchina da giovane tecnico, assistente di Lippi (a proposito, anche il ct un pezzo di Napoli se lo porta nel cuore). Due uomini di punta di questa Italia campione del mondo, due uomini simbolo. Fabio, il capitano, riconosciuto da tutti come il miglior giocatore di questo torneo. E’ l’uomo del giorno per i media di tutto il mondo. E che immagini. Chi se le scorda più? Esultante, al culmine della gioia, con il suo sguardo da scugnizzo, Fabio ieri sera ha innalzato la coppa del mondo, per rotolarsi subito dopo sul campo da gioco insieme al suo amico Ciro. Tutto questo, sotto lo sguardo felice di un altro nostro concittadino, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano”. Bassolino sottolinea: “Sono emozioni, momenti che già fanno parte della storia del calcio, e che resteranno nell’immaginario di tutti noi per il resto della vita. Tutti hanno sottolineato che questa vittoria è stata possibile grazie a un gruppo unito intorno al suo allenatore. Per fare questo servono professionalità e carattere. E Fabio e Ciro ne hanno da vendere. Io li conosco bene, perché da diverso tempo collaboriamo insieme, attraverso la Fondazione che hanno voluto fortemente. E’ il loro modo di essere vicini a Napoli e di aiutare chi non ha avuto la loro fortuna attraverso tante attività sociali. Ieri sera, mentre li guardavo abbracciarsi sul campo, ho pensato a tanti e tanti ragazzi napoletani che li ammirano, che gli vogliono bene, e che possono vederli sempre più come un positivo punto di riferimento”. “Cari Fabio e Ciro – conclude – grazie per quello che avete fatto e per l’anima che ci avete messo. Ci vediamo presto in patria, in Italia, nella nostra Napoli”. (ANSA).
ITALIA CAMPIONE: DI LELLO, CANNAVARO TESTIMONIAL CAMPANIA
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 10 LUG – La Regione Campania punta su Fabio Cannavaro come testimonial. Lo dice l’assessore al Turismo, Marco Di Lello, di ritorno da Berlino dove ha assistito alla finale dei mondiali. “Fabio Cannavaro capitano della squadra e napoletano doc potrà essere un testimonial ideale per la Regione in futuro: con la correttezza, la tenacia e l’intelligenza dimostrate nel corso dei campionati di calcio ha ben rappresentato al mondo le doti dei campani”, spiega Di Lello. (ANSA).

ITALIA CAMPIONE: RIFORMISTA A IERVOLINO, FESTA PER CANNAVARO
PROPOSTA DEL QUOTIDIANO PER ACCOGLIERE A NAPOLI L’AZZURRO
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 10 LUG – Il Riformista in edicola domani proporrà al sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino di farsi promotrice di una grande festa in piazza del Plebiscito in onore del capitano della Nazionale Fabio Cannavaro. Una festa doppia, scrive il Riformista: “Per la Nazionale campione del mondo (Napoli merita una celebrazione tutta sua, come quella di Roma) e per un figlio sano e genuino della citta”. E Ciro Ferrara, oggi collaboratore di Marcello Lippi “con la sua storia così simile a quella di Cannavaro, è un altro figlio della città da invitare assolutamente alla festa di piazza del Plebiscitò, aggiunge il quotidiano arancione, che sottolinea anche il forte legame mantenuto da Cannavaro con la città:”Quando la scorsa estate il Napoli ha vinto il campionato di serie C, lui era in piazza a festeggiare. Nonostante i soldi e il successo, la sua famiglia è rimasta lì, alla Loggetta, a curare una scuola calcio che toglie dalla strada decine di ragazzi per farli giocare col pallone. Fabio fu anche meno fortunato: il suo stage da calciatore se lo fece per strada, come tanti scugnizzi napoletani. Ora Fabio è un modello per quegli scugnizzi, per Napoli e per l’Italia: lui, ce l’ha fatta a imporsi nella vità. Perciò – chiude il Riformista – caro sindaco, portiamo il capitano in piazza del Plebiscito: è la cosa giusta”.(ANSA).

ITALIA CAMPIONE: LUCCI (FI), ASPETTIAMO COPPA MONDO A NAPOLI
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 10 LUG – “Mi auguro che la Coppa del mondo vinta ieri venga portata quanto prima a Napoli”. E’ l’auspicio del consigliere comunale di Napoli, Enrico Lucci. “C’é un legame particolare – ha aggiunto l’esponente di Forza Italia – tra la coppa e la città di Napoli, dal momento che sia il presidente della Repubblica, sia il capitano della nazionale sono napoletani, senza dimenticare che nella compagine azzurra è presente anche Ciro Ferrara, altro napoletano doc”. “Pertanto mi auguro – conclude Lucci – che quanto prima la Coppa sia portata a Napoli per dare la possibilità ai napoletani di festeggiare una vittoria che li rappresenta in modo particolare”. (ANSA).

TALIA CAMPIONE: PREMIO COMUNE NAPOLI A CANNAVARO E FERRARA
INIZIATIVA DELL’AMMINISTRAZIONE, INCONTRO NEI PROSSIMI GIORNI
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 10 LUG – La roccia della difesa italiana, Fabio Cannavaro, come l’ha definito il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e Ciro Ferrara, nello staff del ct Marcello Lippi saranno premiati nei prossimi giorni nel corso di un incontro organizzato dall’Amministrazione comunale di Napoli. L’assessore allo Sport Alfredo Ponticelli, a seguito della sollecitazione del sindaco Iervolino che già ieri sera, subito dopo la finale dei Mondiali, aveva preannunciato di voler accogliere a Napoli Fabio Cannavaro per fargli sentire l’affetto dei suoi concittadini, ha annunciato di “aver preso contatti con il giocatore per organizzare un incontro a Palazzo San Giacomo”. L’obiettivo è di “poterlo premiare con un riconoscimento ufficiale dell’Amministrazione comunale come ringraziamento per aver portato il nome di Napoli alla ribalta mondiale grazie alle sue magnifiche prestazioni da capitano della Nazionale Italiana durante le partite dei mondiali”. Nel corso delle prossime ore verrà definito precisamente il programma dell’incontro durante il quale verrà premiato anche Ciro Ferrara che ha fatto parte dello staff tecnico della Nazionale. (ANSA).

ITALIA CAMPIONE: RENZULLO E LABOCCETTA, SI’ FESTA IN PIAZZA
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 10 LUG – Il consigliere comunale di Napoli di An, Claudio Renzullo, nel condividere la proposta lanciata dal quotidiano “il Riformista” di “promuovere una festa di popolo in onore del capitano della nazionale Fabio Cannavaro e di Ciro Ferrara, altro splendido esempio di sportività partenopea”, preannuncia la presentazione di un ordine del giorno nel prossimo Consiglio comunale con la speranza che venga sottoscritto dai gruppi consiliari”. L’ordine prevede che si impegni “il sindaco di Napoli a non limitarsi a ricevere nel suo ufficio i due prestigiosi esponenti sportivi ma ad organizzare in nome e per conto di tutta la città una grande festa in Piazza del Plebiscito che veda protagonista il popolo partenopeo e diventi occasione di rilancio dell’immagine di Napoli in Italia e nel mondo”. Anche Amedeo Laboccetta, presidente dell’associazione Polo Sud, dice sì alla proposta: “Spero proprio che il sindaco Rosa Russo Iervolino voglia accogliere questo suggerimento per rendere il giusto tributo ad un calciatore che ci ha fatto sognare, dandoci la possibilità di dimenticare le nostre miserie, le difficoltà ed i problemi di tutti i giorni. Per questo lo ringraziamo di cuore e siamo pronti a rendergli omaggio come merita, con una grande festa in piazza del Plebiscito a cui dovranno partecipare tutti i napoletani. Se la Iervolino pensa di potersela cavare con un incontro ristretto, tra pochi intimi, a Palazzo San Giacomo, sbaglia di grosso. La proposta de ‘il Riformista’ è molto più giusta, valida ed interessante”. (ANSA).

ITALIA CAMPIONE: SINDACO NAPOLI, ASPETTIAMO NOSTRO CAPITANO
BELLO VEDERE FESTEGGIRE CANNAVARO E FERRARA CON NAPOLITANO
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 10 LUG – “E’ una cosa bellissima perché il Paese ha ritrovato la sua unità; noi aspettiamo il nostro capitano napoletano”. Così il sindaco di Napoli, Rosa Iervolino riferendosi alla vittoria del campionato del mondo ed al capitano Fabio Cannavaro. Il sindaco riferendosi alla proposta dell’assessore allo Sport, Alfredo Ponticelli, di consegnare ai due napoletani della Nazionale, Fabio Cannavaro e Ciro Ferrara, le chiavi della città oltre al titolo di ambasciatori dello sport napoletano nel Mondo, ha affermato: “Vedere Cannavaro, Ferrara con il presidente della Repubblica Napolitano, tre napoletani illustri, tutti insieme festeggiare la vittoria, è stato bello; aspettiamo i nostri atleti per consegnargli le chiavi della città ma soprattutto per festeggiarli come meritano e come la città si aspetta”. (ANSA).

ITALIA CAMPIONE: MOXEDANO (DS),SI INVITI CANNAVARO IN GIUNTA
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 10 LUG – Il capitano della nazionale Fabio Cannavaro sia invitato a Napoli anche in sala Giunta: la richiesta è del consigliere comunale Ds Francesco Moxedano che ha inviato in proposito una nota al sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino ed all’assessore allo Sport Alfredo Ponticelli, “Dopo la strepitosa vittoria della Nazionale italiana ai mondiali 2006 – si legge in una nota – è auspicabile l’invito del capitano della Nazionale Fabio Cannavaro in sala giunta, per consegnare, all’unico napoletano presente in squadra, un riconoscimento ufficiale a nome di tutta la città”. “I napoletani tutti – è la conclusione – aspettano questo momento e spero che il sindaco, conoscendo la sua sensibilità, unitamente all’assessore allo Sport, possa preparare quanto necessario per ricevere il capitano della Nazionale”.

ITALIA CAMPIONE: NICODEMO, CANNAVARO FACCIA PULITA NAPOLI
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 10 LUG – “Condivido in pieno la proposta fatta da Il Riformista al sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino, di organizzare una festa in piazza del Plebiscito in onore di Fabio Cannavaro, capitano della nostra Nazionale vittoriosa nella finale di domenica”. Lo afferma Francesco Nicodemo, consigliere comunale di Napoli dei Ds. “Fabio Cannavaro così come Ciro Ferrara – ha inoltre aggiunto Nicodemo – sono la faccia pulita e vincente di Napoli, la migliore pubblicità per la nostra città in Italia, in Europa e nel Mondo, e meritano che Napoli li celebri come suoi figli sani e vincenti”. “Fabio e Ciro rappresentano con la loro storia e con la loro professionalità un modello di vita per tutti quei ragazzi napoletani che credono nello sport come riscatto sociale. Proprio per questo motivo – ha concluso Nicodemo – mi attiverò affinché siano coinvolte nell’evento gli attori sociali della città, quelle associazioni note o meno che con pochi mezzi operano in questa direzione”.

ITALIA CAMPIONE: IERVOLINO, PIAZZA PLEBISCITO PER CANNAVARO
SINDACO: ‘NAPOLI PRONTA A RICEVERLO E FESTEGGIARLO ANCHE SUBITO’
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 11 LUG – “Napoli t’aspetta, Fabio sbrigati”. Il sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino, a margine della presentazione di un progetto estivo a favore degli anziani, si è detta pronta a dare la piazza più grande, quella del Plebiscito, per rendere onore e festeggiare capitan Cannavaro, pilastro della nazionale italiana campione del mondo a Berlino. “Mi hanno fatto sapere – ha aggiunto Iervolino – che avrebbe anche dato la sua disponibilità a portare la coppa del mondo nella nostra città”. “Per noi la festa in onore del nostro capitano azzurro, andrebbe bene anche oggi pomeriggio, ma in questo momento mi risulta che sia a Torino a fare visita a Pessotto. Ho telefonato al ministro Melandri, che ha un contatto più facile con il calciatore, e le ho chiesto che gli domandi quando desidera venire”. Piazza del Plebiscito dovrebbe fare da cornice alla festa che i napoletani intendono tributare al difensore più forte del mondiale. “Temo, però – ha proseguito il sindaco – che più tempo passi e più l’entusiasmo possa affievolirsi. In quel caso, preferisco Piazza Municipio, davanti a Palazzo San Giacomo, che è una piazza più piccola, ma che sicuramente sarebbe gremita di napoletani se Cannavaro decidesse di venire a Napoli tra 15 giorni. Se venisse dovesse decidere di ritornare ora nella nostra città Piazza del Plebiscito è pronta a riceverlo e festeggiarlo. Attendiamo sue notizie”. “Cannavaro e campioni come Ciro Ferrara – ha concluso Iervolino – in una giornata che potrebbe essere brutta per il calcio italiano, per la questione calciopoli, possono dimostrare che questo sport non è soltanto qualcosa di corrotto, ma che con la bellissima impresa ai mondiali, essere testimoni anche come attrattori culturali”. (ANSA).

ITALIA CAMPIONE: RENZULLO DEPOSITA ODG FESTA PER CANNAVARO
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 11 LUG – Il consigliere comunale di Napoli di Alleanza Nazionale, Claudio Renzullo ha depositato in Consiglio l’ordine del giorno di richiesta della festa per Fabio Cannavaro. Ora si augura che l’ordine del giorno sia sottoscritto da tutti gli altri partiti. “Momenti di grande intensità sportiva – ha affermato Renzullo – debbono essere patrimonio di tutti e non di una sola parte politica”. Il consigliere Renzullo afferma che “Il sindaco deve accettare l’idea di organizzare un tour per le periferie della città, per dare un segnale di speranza a migliaia di giovani emarginati. Infine – conclude Renzullo – ci auguriamo di non sprecare l’ennesima occasione capitata a questa città per aiutarne il rilancio”. (ANSA).