Vai ai contenuti

la politica per passione

Non smetterò mai di sognare un mondo migliore. Luigi Rispoli

Archivio

Categoria: Città del mondo

(ANSA) – NAPOLI, 14 DIC – “Siamo convinti della straordinaria importanza dell’evento odierno, ma questa soddisfazione non può non ricordarci la necessità di affrontare anche i nodi irrisolti della vertenza Fiat”. E’ quanto sottolinea, in una nota, il presidente del consiglio provinciale di Napoli Luigi Rispoli, che oggi ha partecipato alla presentazione della Nuova Fiat Panda. “La Nuova Panda – ha aggiunto Rispoli - che potrà giovarsi del brand Napoli, deve consentire un rientro immediato in fabbrica di tutti gli operai del Vico, lo stabilimento Fiat di Pomigliano, incluso i precari a cui va riconosciuto ormai il diritto di rientrare a lavoro”. “Bisogna inoltre – ha concluso Rispoli - valutare con attenzione il problema dell’indotto industriale dell’area che non può essere danneggiato dal nuovo insediamento ma va sicuramente valorizzato e rilanciato alla luce della nuova produzione”.

(ANSA) – NAPOLI, 6 NOV – “Siamo veramente stanchi – e con noi tutti i napoletani – di assistere ai reiterati e inutili annunci di De Magistris mentre la città continua a vivere gli stessi drammatici problemi cui mai ha posto rimedio la giunta Iervolino. Impegnato in una “rivoluzione” assolutamente virtuale, il sindaco ha abbandonato Napoli al suo destino pur in presenza di avvisi della protezione civile sui nubifragi attesi sin dalle prime ore di questa mattina” Così, in una nota congiunta il presidente del Consiglio provinciale di Napoli, Luigi Rispoli, ed il capogruppo del Pdl, Francesco De Giovanni. “Piuttosto che rincorrere la fama mediatica con esternazioni su temi non di sua competenza – continuano Rispoli e De Giovanni – De Magistris dovrebbe occuparsi dei problemi concreti di Napoli. Cosa ha fatto in questi mesi la giunta comunale per avviare una corretta manutenzione delle fogne? Perché ancora una volta ci ritroviamo con tombini intasati che non fanno defluire l’acqua piovana e provocano allagamenti causando gravi rischi per i cittadini?”. “Sollecitiamo, ancora una volta, il “sindaco cantastorie” a provvedere alle esigenze concrete e non più procastinabili dei cittadini. Invece di mandare inutili comunicati stampa in cui si invitano i napoletani alla “massima prudenza” o, addirittura a non uscire di casa, quando ormai è già tardi, De Magistris faccia quello che è suo primo dovere fare” concludono il presidente del Consiglio provinciale Rispoli ed il capogruppo del Pdl De Giovanni.

CENTO MILIONI PER AVVIARE UN PROCESSO VIRTUOSO DELLE RISORSE. C’È ANCHE PIAZZA MERCATO

Tra gli otto Grandi Progetti della Regione Campania per i quali la Commissione Europea ha dato il via libera in settimana vi è anche il Grande Progetto “Centro storico di Napoli, valorizzazione del sito Unesco” che prevede una spesa di cento milioni.

«La filosofia del progetto punta a tenere conto della necessità di ottimizzare la spesa e di attivare un processo virtuoso moltiplicativo delle risorse, avendo in conto anche l’obiettivo che, il recupero o la riqualificazione dei manufatti monumentali, deve produrre risultati anche in termini di riqualificazione ambientale e di sviluppo socio-economico» ha sintetizzato il presidente del consiglio provinciale di Napoli, Luigi Rispoli.

«Sono molto soddisfatto che, proprio seguendo questa logica, con l’assessore all’Urbanistica della Regione Campania, Marcello Taglialatela – ha proseguito Rispoli- siamo riusciti a far includere nelle aree interessate da questo progetto di rivitalizzazione e riqualificazione del Centro Storico, piazza Mercato e le sua zone limitrofe ivi compreso via Lavinaio e via Nolana. Oggi, quello che un tempo fu il cuore pulsante dell’economia cittadina, ha un aspetto desolante legato soprattutto alle tante saracinesche abbandonate ma allo stesso tempo, proprio per questo, ha gli spazi necessari per poterla rilanciare sotto il profilo socio-sconomico determinando condizioni per propmuovere investimenti in questa parte della città».

I lavori di riqualificazione previsti riguardano gli assi viari e gli invasi lungo via Nolana fino alla porta Nolana (per la quale già sono in fase di esecuzione interventi di riqualificazione finanziati dalla Provincia di Napoli, in uno con l’antistante piazza) attraverso via del Lavinaio, interesseranno anche piazza del Carmine, con la configurazione del sagrato davanti la Basilica del Carmine Maggiore, e piazza del Mercato. Qui sarà completato anche l’intervento di recupero della chiesa di Santa Croce, che ormai attende da anni inutilmente di vedere completato l’intervento di restauro in corso, rifunzionalizzata per accogliere attività espositive tematiche, convegni ed eventi che interessino l’area commerciale.

«Finalmente si delinea una stategia di intervento chiaro per restituire alla città una delle parti più significative del Centro Storico che in questi anni era stata completamente ignorata dalle amministrazioni locali. Sono convinto che con questi interventi e quelli che la Provincia ha già in corso (mercato del Pesce, piazza Nolana e Complesso del Carminiello) – conclude Rispoli- finalmente potremo rilanciare piazza Mercato puntando non solo con i fattori di sempre, del commercio e dell’artigianato, ma anche con quello del turismo».

da il ROMA del 30/10/2011